Passi verso la ConoscenzaIl Libro del Sapere Interiore

Passo 346

Io sono nel mondo per lavorare.


TU SEI NEL MONDO PER LAVORARE. Lavoro è ciò che tu vuoi fare. Lavoro è il motivo per il quale sei venuto. Ma che cos’è questo lavoro di cui stiamo parlando? È forse il tuo attuale impiego, al quale opponi resistenza e per via del quale sei in difficoltà? Sono i tanti compiti che pensi che ti appartengano o che ti sei assegnato da solo? Il tuo vero lavoro potrebbe trovare espressione in qualsiasi di queste attività, ma in verità è qualcosa di più grande. Sarà la tua felicità e sarà la tua realizzazione eseguire ogni passo del tuo vero lavoro. Il tuo vero lavoro nel mondo è quello di scoprire la tua Conoscenza e di consentirle di esprimersi attraverso te. Il tuo vero lavoro nel mondo è di rispondere alla tua specifica chiamata, che ti coinvolge con certe persone in certi modi affinchè tu possa compiere il tuo destino individuale nel mondo.

QUESTO È IL TUO LAVORO. Non pensare in questo momento di poter capire che cosa sia questo lavoro e non cercare di dargli una definizione che vada oltre quella che ti abbiamo dato noi. Va bene non sapere completamente che cosa ciò significa. Va bene apprendere il mistero della tua vita senza cercare di renderlo concreto.

TU SEI NEL MONDO PER LAVORARE. Pertanto, applicati affinchè la tua applicazione ti possa rivelare la fonte del tuo scopo, del tuo significato e della tua direzione. È attraverso il tuo lavoro e le tue attività significative, che vivrai l'esperienza del tuo valore—il valore della tua vita individuale e l'assicurazione del tuo vero destino. Il tuo vero lavoro ti garantisce tutte le cose di valore e ti fornisce una via di fuga da tutte le cose che ti sottacciono e ti rendono disperato e miserabile.

RICORDA A TE STESSO DELL’IDEA DI OGGI ogni ora. Nei tuoi due esercizi più profondi, ancora una volta impegna attivamente la tua mente nel considerare l'idea di oggi. Considera come tu vedi il lavoro stesso e tutti i tuoi rapporti con il lavoro. Rivedi il modo con cui hai reagito al lavoro in passato—il tuo desiderio di lavorare, la tua ambivalenza riguardo al lavoro e la tua resistenza al lavoro. Riconosci come tutto il desiderio di fuggire dal lavoro è stato in verità un desiderio di scoprire La Conoscenza. Renditi conto che La Conoscenza ti coinvolgerà nel lavoro con uno scopo nuovo, un nuovo significato e una nuova direzione. Esamina i tuoi pensieri. Tu devi capire i tuoi pensieri, perché loro sono ancora molto efficaci nell’influenzare la tua percezione e la tua comprensione. Quando riuscirai a diventare oggettivo con la tua mente, riuscirai a consentire alla Conoscenza di splendere su di lei e riuscirai a utilizzare il potere decisionale per prepararti e per lavorare con il contenuto della tua mente. Questo è così efficace, nell’ambito della portata della tua partecipazione, perché non ti viene concesso di determinare lo scopo, il significato o la direzione della Conoscenza, ma di diventare un destinatario della Conoscenza, di provare La Conoscenza e di consentire alla Conoscenza di esprimere se stessa attraverso te.

COSI’, NEI TUOI DUE PIÙ LUNGHI PERIODI DI ESERCIZIO impegna la tua mente attivamente. Concentrati su questa singola idea. Riconosci tutti i pensieri e le sensazioni che sono associate ad essa. Nell’ultima porzione di ogni lungo periodo di pratica, consenti a tutti i pensieri di lasciarti. Entra ancora una volta nella calma e nella ricettività affinchè tu possa arrivare a sapere. La Conoscenza non esige che tu pensi, quando stai provando l'esperienza della Conoscenza stessa, perché tutto il pensiero è un sostituto della Conoscenza. Tuttavia, La Conoscenza indirizzerà tutto il tuo pensare a servire uno scopo superiore.

Esercizio Pratico 346: Due periodi di 40 minuti di esercizio pratico. Pratica ogni ora.

Passi verso La Conoscenza - FAQ Domande e Risposte