Passi verso la ConoscenzaIl Libro del Sapere Interiore

Passo 262

Come posso giudicarmi quando non so neanche chi sono?


SE TU NON SAI CHI SEI, puoi solo giudicare ciò che pensi di essere. I tuoi pensieri su te stesso si basano ampiamente sulle tue aspettative e sulle tue delusioni. È molto difficile osservare te stesso dall’interno della tua mente personale, perché la tua mente personale è fatta dai tuoi pensieri personali, che non nascono dalla Conoscenza. Per vedere te stesso con Conoscenza, devi essere in relazione con La Conoscenza. Questo ti porterà a vivere te stesso in un modo totalmente diverso. Quest’esperienza dovrà essere ripetuta ed espressa tante volte, in tante, tante situazioni. Solo allora inizierai ad avere il vero senso e la vera esperienza di chi sei. Questo senso e quest’esperienza non nasceranno dall’attribuzione di condanne e dall’incapacità di perdonare, perché è solo un’idea di te stesso quella che può essere delusa. La vita, in quel modo, ti deluderà, perché la vita ti può solo realizzare sulla base della tua natura e del tuo Vero Essere. Rendersi conto di questo significa rendersi conto del valore e del significato della vita e della tua inclusione in essa. Questo richiede discernimento. Questo richiede saggezza. Questo richiede una preparazione svolta passo per passo. Questo richiede pazienza e tolleranza. Questo richiede che tu impari a utilizzare la tua esperienza per il bene e non per il male.

NE CONSEGUE CHE LA TUA CONDANNA A TE STESSO È PRIVA DI FONDAZIONI. Si basa semplicemente su supposizioni. Ricorda questo ogni ora e consideralo alla luce di tutti gli eventi del giorno, eventi che ti insegneranno il significato della lezione di oggi. Nei tuoi due più lunghi periodi di esercizio pratico, ancora una volta impegna attivamente la tua mente nel cercare di comprendere il significato della lezione di oggi.

MENTRE PENETRI IL TUO AUTO-GIUDIZIO, renditi conto che nasce dalla tua paura e si basa su delle supposizioni. Se ti renderai conto che tu non sai chi sei e che su questo sei completamente confuso, allora ti metterai in una posizione idonea a diventare un vero studente di Conoscenza. Ti metterai in una posizione idonea a imparare tutte le cose, anziché cercare di difendere le tue supposizioni. Questo rappresenta il tuo stato di tirocinante. La tua funzione nella vita, ora, è quella di essere uno studente di Conoscenza. Utilizza la tua mente con uno scopo, oggi. Utilizza la tua mente oggettivamente. Utilizza la tua mente per renderti conto che tu non sai tutto quello che hai bisogno di sapere. Utilizza la tua mente per apprezzare e per utilizzare i passi che ora ti vengono dati affinchè tu possa rinvenire La Conoscenza nel mondo.

Esercizio Pratico 262: Due periodi di 30 minuti di esercizio pratico. Pratica ogni ora.

Passi verso La Conoscenza - FAQ Domande e Risposte