Passi verso la ConoscenzaIl Libro del Sapere Interiore

Passo 241

La mia rabbia è ingiustificata.


LA RABBIA È INGIUSTIFICATA, PERCHÈ LA RABBIA IN SE STESSA è semplicemente la tua reazione alla mancata applicazione della Conoscenza. Ciò genera rabbia proprio alla sua fonte. Non serve, però, che ciò succeda, perché la rabbia è una reazione. Come tale può generare rabbia negli altri e stimolare una reazione violenta interiormente ed esteriormente dovunque sia applicata. La Conoscenza, tuttavia, reindirizzerà la rabbia affinchè non abbia qualità distruttive, perché quello che in verità vorresti esprimere è qualcosa che fortifica La Conoscenza negli altri. È nella forza della tua convinzione e non nel tuo desiderio di ferire te stesso o il tuo prossimo, che risiede la vera efficacia dell’emozione che è il nocciolo della rabbia. Si può dire, perciò, che la tua rabbia è una comunicazione vera, che però è stata distorta dalle tue stesse proiezioni di colpa e di paura. Una volta che queste distorsioni saranno eliminate, la comunicazione reale, che è il seme di tutta la rabbia, potrà essere espressa. Questo può solo portare del bene.

LA RABBIA, ALLORA, NON È GIUSTIFICATA, perché è una mancata interpretazione di una vera comunicazione. La tua rabbia non è giustificata perché la rabbia nasce dalla confusione. Tuttavia, la confusione è un appello alla preparazione e alla vera applicazione della Conoscenza. Ne consegue che i peccatori non verranno puniti ma verranno assistiti. I malvagi non saranno mandati all’inferno ma saranno preparati per il Paradiso. Questa è la vera natura dello scopo di Do nel mondo. È per questo che Dio non può mai essere in collera, perché Dio non si offende. Dio semplicemente applica Dio a una situazione dove Dio è stato temporaneamente dimenticato.

IN UN PIÙ AMPIO ORIZZONTE DI COSE, anche la separazione di tutte le menti individuali è un’occorrenza molto temporanea. Tu non sei ancora in grado di ragionare a questo livello e non sarai in grado di farlo per molto tempo, perché devi intraprendere i vari stadi di sviluppo che integrano la tua mente entro esperienze, sempre maggiori, di relazioni e di vita, ma come procederai e come intraprenderai ogni vitale passo che espanderà i tuoi orizzonti, così incomincerai a capire che la rabbia è ingiustificata. Rappresenta semplicemente l'insuccesso nell’applicare La Conoscenza in una particolare situazione. Questo richiede un rimedio e non una condanna. È qua che ti renderai conto che la tua rabbia è una cosa che va capita. Non va rifiutata, perché se rifiuti la rabbia rifiuti anche il seme della rabbia, che è vera comunicazione. Noi vogliamo, dunque, lavare via quello che ha rovinato la tua vera comunicazione, affinchè la tua vera comunicazione possa risplendere, perché la vera comunicazione proviene sempre dalla Conoscenza.

PENSA A QUEST’IDEA OGNI ORA. Nei tuoi più profondi periodi di pratica, impegna attivamente la tua mente rivedendo ogni singola cosa che ti mette in collera, dalle piccolissime cose, molto specifiche, alle cose che in generale ti disturbano o scoraggiano. Ricorda a te stesso, mentre ripassi il tuo inventario di rabbia, che la tua rabbia è ingiustificata. Ricorda a te stesso che la rabbia richiede l'applicazione della Conoscenza e che nell’ambito di ogni esperienza di rabbia o di qualsiasi sensazione che tu hai, c’è un seme che è vero. La tua rabbia, dunque, non serve che la rifiuti, basta che la purifichi, perché nel purificare la tua rabbia, sarai in grado di comunicare quello che intendevi comunicare all’inizio, dove hai inizialmente avuto un insuccesso. La tua espressione personale, così, sarà completa e la rabbia non ci sarà più.

Esercizio Pratico 241: Due periodi di 30 minuti di esercizio pratico. Pratica ogni ora.

Passi verso La Conoscenza - FAQ Domande e Risposte