Passi verso la ConoscenzaIl Libro del Sapere Interiore

Passo 228

Oggi io non sarò povero.


TU NON HAI BISOGNO DI ESSERE POVERO, PERCHÈ LA POVERTÀ non è né il tuo retaggio né il tuo vero destino. Non essere povero oggi, perché La Conoscenza è la grande ricchezza, e una volta che le è consentito di emergere nell’ambito di qualsiasi mente, lei inizia a generare in via naturale la propria presenza nel mondo. Inizia ad equilibrare e ad armonizzare la mente che funge da suo veicolo, e incomincia a donare, particolarmente a certi individui, in modi specifici. Questo è il genio che è con te. Come puoi essere povero quando hai un simile dono? Solo le tue idee auto-deprecanti e solo certe forme di comportamento possono generare povertà.

OGGI, ALLORA, INIZIA A GUARDARE PIÙ PROFONDAMENTE quelle cose che per te sono delle forme di ostruzione. Pensa a questo ogni ora. Nei tuoi due più profondi periodi di esercizio pratico, impegna attivamente la tua mente nel cercare di discernere forme specifiche di auto-inganno ed auto-ostruzione. Fallo senza condannarti, ma con l'oggettività necessaria a vedere con chiarezza. Non avere disappunto per il fatto che ci siano molte forme sottili di imbroglio che uno può arrecare a se stesso. Sono semplicemente piccole variazioni a temi molto semplici. La loro apparente complessità e il loro numero non sono cose importanti, a patto che le riconosci. Tutte nascono dalla paura e dal tentativo di contrastare la paura calandosi nell’illusione e cercando di coinvolgere gli altri nel supportare l'illusione. Tutte le idee senza La Conoscenza servono questo scopo, direttamente o indirettamente. Il traguardo vero, però, è la grande forza alla base di tutte le forme di azione e di comportamento che esistono per un servizio vero.

OGGI GUARDEREMO GLI OSTACOLI, ma non con vergogna, con sensi di colpa o con ansia. Guarda solo con lo scopo di rinforzare la presenza e l'applicazione della Conoscenza e solo per prepararti ad essere un più grande veicolo per La Conoscenza nel mondo. Quello è lo scopo della pratica di oggi. Esercitati, dunque, con vero intento. Tu sei superiore agli errori che percepisci, ed essi non ti possono ingannare se li guardi oggettivamente.

Esercizio Pratico 228: Due periodi di 30 minuti di esercizio pratico. Pratica ogni ora.

Passi verso La Conoscenza - FAQ Domande e Risposte